Blog / Chirurgia Orale / Come funziona una visita di controllo odontoiatrica
6 febbraio 2017

La maggior parte delle persone spera di non doversi mai sedere sulla poltrona di un dentista. In realtà il modo migliore per evitare di sottoporsi a cure e interventi invasivi in ambito odontoiatrico è proprio quello di recarsi periodicamente in uno studio dentistico per una semplice visita di controllo. Conoscere e salvaguardare lo stato di salute del cavo orale è importante per evitare che piccoli disturbi iniziali possano svilupparsi con il tempo e progredire in problematiche ben più serie come ad esempio carie o parodontite.

 Scopri di più sulla pulizia dei denti

Come si svolge la visita di controllo

Molte persone tendono a sottovalutare e a evitare le visite di controllo perché non sanno cosa aspettarsi una volta seduti sulla poltrona del dentista.

visita di controllo dal dentista

visita di controllo dal dentista

Se è la prima visita con un nuovo paziente il primo approccio sarà di tipo colloquiale che servirà al dentista per ricostruire l’anamnesi del paziente in modo da avere un quadro clinico completo dei problematiche e delle cure passate.

In linea generale durante un esame di routine l’odontoiatria procede facendo un attento esame visivo della bocca per controllare la salute di denti e gengive.

Nel caso sia necessaria una visita più approfondita per individuare problemi che possono sfuggire a occhio nudo, come ad esempio cisti, tumori o carie nascoste, il dentista può decidere di fare altri esami come una radiografia ortopanoramica delle arcate dentali o ancor più precise delle radiografie endorali dei singoli denti.

Una cosa spesso sottovalutata me che invece risulta essere indispensabile per una corretta prima visita è eseguire un sondaggio parodontale di tutti i denti alla ricerca di possibili tasche e quindi di problematiche relative ai tessuti di sostegno dei denti (parodontite).

Infine una visita completa riguarda anche una visita ortodontica alla ricerca di  eventuali malocclusioni ed un attenta analisi estetica andando a valutare la dimensione e la posizione dei denti rispetto alle labbra, alla linea del sorriso etc.

Quando la prima visita di controllo per i bambini

Le visite di controllo in età pediatrica sono importanti per due ordini di motivi, uno puramente medico e l’altro relazionale.

Con le visite di controllo infatti il dentista non solo valuta la crescita corretta di tutti gli elementi dentali, ma prova a costruire un buon rapporto con il bambino. Quest’ultimo elemento non è affatto da sottovalutare, perché instaurare una relazione basata sulla fiducia aiuterà il piccolo a vivere le future visite dal pedodonzista con più serenità.

Per questo motivo l’ideale sarebbe portare il bambino dal dentista già a partire dai primi anni di età.

Quali patologie si possono prevenire

Durante una visita di controllo il dentista può accorgersi di piccole problematiche che se curate nella loro fase iniziale possono essere risolte facilmente e in breve tempo, come ad esempio parodontite, carie e gengivite.

La parodontite è una malattia infiammatoria che se trascurata porta alla distruzione dei tessuti di sostegno del dente con conseguente perdita degli elementi dentali coinvolti. Una delle principali cause dell’insorgere di questa patologia è la presenza della placca e del tartaro sottogengivale che favoriscono la proliferazione dei batteri all’interno delle tasche gengivali con conseguente distruzione delle cellule deputate alla riproduzione ossea.

Durante le visite periodiche il dentista può valutare la presenza o meno del tartaro e asportarlo con la pulizia dei denti professionale, inoltre con un sondaggio parodontale viene misurata la profondità della tasca parodontale di ogni dente.

Per tenere sotto controllo e curare la parodontite è necessario che il paziente si sottoponga a sedute di ablazione del tartaro, curettage gengivale e levigatura delle radici, così da rimuovere i batteri responsabili della malattia.

La carie nelle sua fase iniziale non presenta sintomi e si manifesta con cambiamenti di colore nello smalto e con la presenza di macchie più scureLa principale cura per la carie è l’otturazione con cui vengono sigillati tutte le erosioni causate dai batteri. Se la carie viene trascurata con il tempo arriva fino alla polpa dentale, in questo caso è necessario devitalizzare il dente.

I tumori della bocca sono neoformazioni che coinvolgono le cellule di rivestimento del cavo orale. Anche in questo caso la prevenzione e la diagnosi precoce possono essere fondamentali per salvare la vita. Se il tumore alla bocca viene diagnosticato e curato in tempo la possibilità di guarire dalla malattia con interventi meno invasivi e invalidanti è di circa l’80%.

Ogni quanto tempo andrebbe fatta

In linea generale se non ci sono particolari problemi è consigliabile prenotare una visita di controllo odontoiatrica ogni 6 o 8 mesi al massimo. In caso contrario sarà lo stesso dentista a fissare periodicamente un appuntamento dopo aver programmato la terapia o se le terapie sono state concluse in occasione delle pulizie dei denti di richiamo.

Contattaci per qualsiasi dubbio.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Provincia di provenienza

Oggetto

Il tuo messaggio


Come funziona una visita di controllo odontoiatrica ultima modifica: 2017-02-06T13:52:03+00:00 da

Autore:

Odontoiatra implantologo e parodontologo iscritto all’ordine il 23/06/1997, con N° TO 1968, membro di SIdP (Società Italiana di Parodontologia), ITI (International Team for Implantology) e SIO (Società Italiana di Implantologia Osteointegrata).
Scrivi un commento:

*

Your email address will not be published.

2018 © Copyright - Studio Cozzolino

   081.245 18 05

Shares
Studio Dentistico Cozzolino