Cosa succede dopo aver messo l’impianto dentale e quali sono le regole da seguire nel post operatorio per evitare complicazioni.Come ogni intervento chirurgico anche l’implantologia dentale prevede alcune semplici regole da seguire dopo l’operazione, per evitare l’insorgere di eventuali complicanze che possono mettere a rischio l’osteointegrazione e quindi la riuscita dell’impianto dentale.Mettendo in pratica tutti i consigli del dentista il paziente potrà vivere il periodo post-operatorio con tranquillità.Iniziamo con il dare alcune indicazioni generali che riguardano l’intervento e la sua durata.Prima di sottoporsi all’implantolgia dentale è necessario seguire una terapia antibiotica e antinfiammatoria per scongiurare il pericolo di infezioni. L’intervento è svolto in anestesia locale e dura all’incirca 30 minuti. Dopo alcuni giorni si tolgono i punti.Cosa succede dopo aver inserito l’impianto nell’osso e come deve comportarsi il paziente in questo periodo?Guancia gonfiaGeneralmente dopo un paio di giorni dall’intervento il paziente può notare del gonfiore in corrispondenza dell’area interessata dall’operazione. La guancia gonfia non deve preoccupare perché fa parte del normale processo di guarigione, dopo circa una settimana tutto tenderà a ritornare alla normalità.In ogni caso per limitare il gonfiore è possibile applicare del ghiaccio nelle ore successive all'intervento ad intervalli regolari. Il freddo, determinando vasocostrizione, limita l'edema e lo stravaso di sangue nei tessuti che può essere causa di gonfiore.Quanto dura il fastidioUna delle principali preoccupazioni dei pazienti riguarda la gestione del dolore non solo durante l’intervento, che ricordiamo viene svolto in anestesia locale, ma anche nel post operatorio.Durante la fase di guarigione può capitare di provare dolore la cui intensità varia da paziente a paziente. In ogni caso il dolore post operatorio è facilmente gestibile con l’assunzione di comuni antinfiammatori e antidolorifici.[slogan button_text="Scopri di più" link="https://www.studiodentisticocozzolino.it/implantologia/" button_icon="" button_icon_color="" button_icon_placement="left"]Stai valutando di mettere un impianto?[/slogan]I tempi di guarigione fino alla scomparsa totale del dolore non sono uguali per tutti. In ogni caso più il paziente si attiene in modo scrupoloso alle direttive post operatorie, maggiori sono le possibilità di ridurre la tempistica di riabilitazione.Cosa mangiare dopo l’interventoDopo l’intervento e nelle successive 24/48 è consigliabile mangiare cibi freddi liquidi o morbidi, ad esempio gelati, frullati, yogurt, carne macinata, omogeneizzati, budini, polpette, pesce bollito o comunque se non freddi a temperatura ambiente. Inoltre fino alla rimozione dei punti sono da preferire alimenti morbidi, come pasta, verdura cotta e formaggi freschi.Sono invece da evitare cibi:piccanti o troppo speziatiacidi (ad esempio pomodori)troppo duri con fibre filamentoseSi può fumare dopo l'intervento? I pazienti fumatori devono astenersi dal consumo di sigarette in quanto si rischia di sviluppare infezioni tali da ritardare il processo di guarigione. I fumatori che non seguono questa direttiva hanno un rischio maggiore di fallimento dell’impianto dentale e di insorgenza di complicanze come la necrosi ossea.Poichè la problematica maggiore del fumo è il catrame contenuto nelle sigarette un alternativa accettabile al fumo di sigaretta può essere la sigaretta elettronica.