Allineatori trasparenti, Brackets linguali oppure Ortodonzia linguale senza attacchi?

pretty-smiling Quando si parla di ortodonzia invisibile spesso ci si riferisce agli allineatori trasparenti, detti comunemente mascherine di allineamento. Gli allineatori hanno una ridotta visibiltà rispetto agli attacchi vestibolari in metallo o ceramica e creano l’effetto ottico di una pellicola trasparente visibile sui denti. Numerosi sono gli studi scientifici presenti in letteratura sono stati condotti sugli allineatori trasparenti (riferimenti bibliografici e links più giù in questa pagina).

Djeu G, Shelton C, Maganzini A (Outcome assessment of Invisalign and traditional orthodontic treatment compared with the American Board of Orthodontics objective grading system) hanno evidenziato che le mascherine trasparenti o allineatori “non trattano le malocclusioni bene come le terapie con attacchi”. Uribe F, Cutrera A, Nanda R (A segmented appliance for space closure followed by Invisalign and fixed appliances.) asseriscono che le mascherine sono deficitarie nella loro “capacità di correggere ampie discrepanze anteroposteriori e contatti occlusali”.

Giancotti A, Greco M, Mampieri G (Extraction treatment using Invisalign Technique) dicono che con gli allineatori trasparenti le “chiusure dello spazio ottenute mediante tipping delle corone e senza correggere l’inclinazione delle radici rendono necessaria una ulteriore fase con apparecchiatura fissa” che, secondo Uribe F, Cutrera A, e Nanda R, potrebbe essere necessaria anche a causa dei limiti degli allineatori trasparenti “nell’ottenere movimenti rotazionali e verticali”

Studi condotti da Kuncio D, Maganzini A, Shelton C, e Freeman K (Invisalign and traditional orthodontic treatment postretention outcomes compared using the American Board of Orthodontics objective grading system.) dimostrano sul loro gruppo di pazienti che quelli trattati con gli allineatori “recidivano di più rispetto a quelli trattati con le apparecchiature fisse convenzionali”.

I lavori di Nedwed V e Miethke RR evidenziano come i pazienti accettino più facilmente di essere trattati con le mascherine trasparenti che con gli attacchi linguali, perché considerano la terapia meno fastidiosa.

L'assoluta evoluzione è rappresentata dalla terapia invisibile fissa senza attacchi (brackets) che nasce dalla necessità di eseguire terapie non visibili, eliminando i fastidi recati dalle comuni terapie con i brackets linguali, tipo piccole lesioni alla lingua ed alle mucose o le alterazioni fonetiche.

L'apparecchio senza brackets è realizzato con dei fili sottili poco più di 1 mm ed oltre ad essere invisibile i pazienti riferiscono di non sentirlo più fin dalle prime ore dalla sua applicazione.

Per far aderire questi dispositivi ai denti si utilizzano degli adesivi simili a quelli adoperati per le classiche terapie con i brackets, i quali non danneggiano la superfice dentaria che, una volta rimossi, torna ad essere identica alla fase pre-trattamento.

Una delle differenze principali tra le due tipologie di apparecchi è che mentre le mascherine sono mobili, cioè si possono togliere, l'ortodonzia linguale senza attacchi è una tecnica invisibile che prevede l'utilizzo di un apparecchio fisso. Solitamente le mascherine removibili sono più adatte in caso di leggeri disallineamenti nelle arcate dentarie, mentre l'apparecchio fisso è indispensabile in caso di malocclusioni o disallineamenti di tipo più grave. Il vantaggio di portare un apparecchio fisso di tipo invisibile senza attacchi non è solo estetico, ma a livello funzionale riduce molto l'ansia di avere difficoltà nel mangiare o nel parlare, così come l'imbarazzo di mostrarsi in pubblico con un apparecchio comunque trasparente e non invisibile, quindi del tutto visibile.

Un ulteriore problematica spesso riscontrata nell'apparecchio removibile composto da mascherine trasparenti, è che spesso dopo averlo tolto, i denti si disallineano nuovamente, quindi tornano storti. Questo può dipendere dal tipo di disallineamento, dalle disattenzioni successive alla fine del trattamento, ma spesso dal fatto che gli apparecchi mobili per loro natura non riescono sempre a risolvere i problemi che invece richiedono un apparecchio fisso. Ogni caso è una storia a sé e dovrebbe essere sempre l'ortodonzista ad esprimersi sulle necessità terapeutiche attraverso una buona diagnosi.

Tra i vantaggi dell' ortodonzia linguale senza attacchi troviamo quindi un approccio completamente invisibile, nessun fastidio e nessuna alterazione fonetica.

Visibilità di mascherine invisibili

Assoluta invisibilità dell'ortodonzia linguale senza attacchi

sorrisolingualesenzaattacchi

A differenza degli attacchi linguali, che pure consentono la realizzazione di un trattamento invisibile, i fastidi alla lingua e le alterazioni fonetiche sono eventi rari e comunque limitati solo alle prime ore dall'applicazione dei dispositivi. Questo perché l'apparecchio è molto più sottile e non presenta sporgenze che possono ferire la lingua. Questa terapia completamente invisibile ed estremamente confortevole consente il trattamento di tutte le malocclusioni (I, II e III classe di Angle, morso aperto, morso profondo…etc). implantologia orale

Applicazione di brackets linguali

brackets_linguali

Ortodonzia linguale senza attacchi

OrtodonziaLingualeSenzaAttacchi

L' Ortodonzia Invisibile è stata presentata dalla dottoressa Anna Mariniello a congressi ortodontici nazionali ed internazionali (World Society of Lingual Orthodontics, European Orthodontic Society, Società Italiana di ortodonzia) ed è stata pubblicata su riviste del settore.

E' inoltre ampiamente documentata nel blog di Odontoiatria www.zerodonto.com nella categoria “ortodonzia invisibile”.

Bibliografia

1-Am J Orthod Dentofacial Orthop. 2014 Oct;146(4):411.

Forces and moments generated by removable thermoplastic aligners: incisor torque, premolar derotation, and molar distalization.

Simon M, Keilig L, Schwarze J, Jung BA, Bourauel C.

2- Angle Orthod. 2014 Nov 20.

Efficacy of clear aligners in controlling orthodontic tooth movement: A systematic review.

Rossini G, Parrini S, Castroflorio T, Deregibus A, Debernardi CL.

3- Orthodontics (Chic.). 2011 Winter;12(4):386-95.

A segmented appliance for space closure followed by Invisalign and fixed appliances.

Uribe F1, Cutrera A, Nanda R.

4- Am J Orthod Dentofacial Orthop. 2009 Jan;135(1):27-35. doi: 10.1016/j.ajodo.2007.05.018.

How well does Invisalign work? A prospective clinical study evaluating the efficacy of tooth movement with Invisalign.

Kravitz ND, Kusnoto B, BeGole E, Obrez A, Agran B.

5- Angle Orthod. 2007 Sep;77(5):864-9.

Invisalign and traditional orthodontic treatment postretention outcomes compared using the American Board of Orthodontics objective grading system.

Kuncio D, Maganzini A, Shelton C, Freeman K.

6- Prog Orthod. 2006;7(1):32-43.

Extraction treatment using Invisalign Technique.

Giancotti A, Greco M, Mampieri G.

7- J Am Dent Assoc. 2002 Mar;133(3):369-71.

Orthodontics and the general practitioner.

Christensen GJ.

8- J Orofac Orthop. 2005 Mar;66(2):162-73.

Motivation, acceptance and problems of invisalign patients.

[Article in English, German]Nedwed V1, Miethke RR.

9- Am J Orthod Dentofacial Orthop. 2005 Sep;128(3):292-8; discussion 298.

Outcome assessment of Invisalign and traditional orthodontic treatment compared with the American Board of Orthodontics objective grading system.

Djeu G, Shelton C, Maganzini A.

Casi Clinici

Caso 1: Fasi di procedura clinica nell'applicazione dei retainers attivi

Caso 2: Ortodonzia invisibile trattamento di un caso di affollamento dell'arcata inferiore

Caso 3: Caso di affollamento dentario e denti superiori sporgenti

Caso 4: Caso di affollamento dentario e denti superiori sporgenti

Caso 5: Ortodonzia invisibile in caso di severo affollamento dentario inferiore

Caso 1: Fasi di procedura clinica nell'applicazione dei retainers attivi

Caso clinico di una giovane ragazza di 28 anni con affollamento dentario maggiore all’arcata inferiore, con il canino di destra in posizione ectopica e la linea mediana inferiore deviata verso destra. La richiesta del paziente era quella di una ortodonzia invisibile e confortevole, senza alterazioni fonetiche e problematiche ai tessuti molli. Pertanto la malocclusione è stata trattata mediante una ortodonzia linguale fissa senza brackets. Dopo l’applicazione dei retainer all’arcata dentaria superiore ed inferiore il paziente è stato controllato ogni 3-4 settimane. L’allineamento dentario è stato raggiunto dopo circa 10 mesi, con piena soddisfazione per la paziente. I retainers attivi sono poi stati sostituiti da retainers passivi. Vai all'articolo completo

1-allineare denti storti sovrapposti

2-ortodonzia invisibile

3-ortodonzia linguale

4-sorriso perfetto pochi mesi tecnica

5-sorriso perfetto tecnica allineamento

6-ortodonzia invisibile retainer

 

Caso 2: Ortodonzia invisibile trattamento di un caso di affollamento dell'arcata inferiore

Caso di un paziente con morso profondo e affollamento dentario inferiore. Il paziente desiderava effettuare l'allineamento dell'arcata inferiore ma chiedeva una terapia non visibile e poco fastidiosa; questa è stata effettuata mediante una tecnica linguale senza attacchi con l'ausilio dei retainers pre-attivati. Ad un mese di distanza si comincia a notare la riduzione dell'affollamento. Il paziente viene controllato ogni 3-4 settimane. Quando l'allineamento è completato il retainer attivo è sostituito da un retainer passivo. Grazie all'ausilio di questa tecnica innovativa, il paziente resta soddisfatto per l'assenza di fastidio a lingua e guance, e per l'invisibilità del dispositivo ortodontico. Vai all'articolo completo

1-ortodonzia invisibile affollamento denti

2-denti sovrapposti storti tecnica

3-ortodonzia invisibile innovativa

4-denti storti tecnica ortodonzia linguale

5-sorriso perfetto ortodonzia invisibile

 

Caso 3: Caso di affollamento dentario e denti superiori sporgenti

Paziente estremamente motivato ad allineare i propri denti ma tramite una terapia ortodontica estetica ed invisibile. Il paziente presentava affollamento dentario superiore ed inferiore e forte sporgenza degli incisivi superiori. E' stato pertanto applicato un retainer attivo ad entrambe le arcate da canino a canino; il paziente è stato controllato ogni 3-4 settimane e il filo è stato di volta in volta staccato nel tratto che si doveva attivare. L'allineamento superiore è stato raggiunto in circa 2 mesi, l'inferiore in 6 mesi, per un risultato estetico e funzionale eccellente. Vai all'articolo completo

1-denti sovrapposti affollamento dentario

2-denti sporgenti affollamento dentario

3-ortodonzia invisibile senza stelline

4-allineare denti sorriso perfetto

5-sorriso perfetto ortodonzia invisibile

 

Caso 4: Caso di affollamento dentario e denti superiori sporgenti

Caso molto complesso di un paziente di 62 anni, con marcato affollamento all'arcata inferiore, con pregressi problemi parodontali che sono stati trattati e stabilizzati.Nonostante le frequenti sedute di igiene il paziente non riusciva a mantenere pulito il settore frontale inferiore a causa della malposizione dentaria. Rifiutava inoltre un trattamento ortodontico visibile e fastidioso. Gli è stata pertanto proposta una terapia ortodontica invisibile mediante l'utilizzo di retainers attivi. L'allineamento è stato raggiunto dopo circa 10 mesi di terapia, realizzando spostamenti lenti e frequenti sedute di ablazione del tartaro. Il risultato finale è eccellente considerando la grave situazione iniziale. Vai all'articolo completo

1-denti storti sporgenti casi

2-denti sovrapposti affolamento

3-denti sovrapposti

4-ortodonzia invisibile linguale

5-denti allineati tecnica innovativa

 

Caso 5: Ortodonzia invisibile in caso di severo affollamento dentario inferiore

Caso di paziente con severo affollamento all'arcata inferiore e notevole difficoltà nell'effettuare le comuni manovre di igiene orale. La richiesta di un trattamento invisibile e poco fastidioso effettuata dalla stessa ci ha spinti a realizzare una terapia linguale fissa senza attacchi. La paziente è stata controllata ogni 3 settimane , e la terapia è durata circa 1 anno. Ad allineamento ottenuto è stato applicato un retainer passivo. Vai all'articolo completo

1-ortodonzia invisibile

2-allineare denti ortodonzia invisibile

3-denti storti casi complicati

4-ortodonzia linguale invisibile

Altri articoli e casi clinici sull' Ortodonzia Linguale senza attacchi.

Contattaci per qualsiasi dubbio.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Provincia di provenienza

Oggetto

Il tuo messaggio


Mascherine Invisibili ultima modifica: 2014-12-21T15:20:20+00:00 da Fabio Cozzolino