La risoluzione delle malocclusioni dentarie richiede solitamente l’utilizzo di apparecchi fissi visibili o non visibili attaccati ai denti. Un apparecchio fisso consente di risolvere tutte le malocclusioni con la massima precisione.Qualora il paziente decidesse di optare per un apparecchio mobile e ve ne fossero le indicazioni cliniche, possono essere adoperati gli allineatori trasparenti. Questi ultimi sono realizzati in materiale termoplastico resistente per uso medico.[slogan button_text="Clicca qui" link="https://www.studiodentisticocozzolino.it/mascherine-invisibili/" button_icon="" button_icon_color="" button_icon_placement="left"] Scopri di più sulle mascherine trasparenti [/slogan]In questo caso non possiamo parlare di terapie ortodontiche propriamente invisibili, come ad esempio lo è la terapia linguale fissa con o senza attacchi, ma quasi invisibili, in quanto l’effetto di pellicola trasparente sui denti è visibile così come lo sono gli attachments in composito (“formine bianche” attaccate ai denti) realizzati sempre sui denti, spesso indispensabili per ottenere gli spostamenti desiderati. Ad ogni modo rispetto ad una terapia fissa con attacchi vestibolari è molto più estetica e sicuramente difficile da notare a distanza non ravvicinata.[caption id="attachment_14306" align="alignnone" width="830"] allineatori trasparenti[/caption] Perché scegliere una terapia con allineatori trasparenti? Gli allineatori sono meno costosi rispetto alla terapie completamente invisibili con gli attacchi linguali o linguali senza attacchi. Ad alcuni pazienti piace la possibilità di poter gestire la propria apparecchiatura, pur sapendo che questo non deve incorrere nel rischio che poi non la usano.Un ulteriore vantaggio consiste nella possibilità di poterla rimuovere in corrispondenza dei pasti, con una riduzione del rischio di distacco dell’apparecchio, evenienza che nelle terapie fisse si verifica qualora il paziente mastica cibi molto duri come il torrone, i confetti ecc (nel caso degli allineatori il rischio di distacco riguarda solo gli attachments). Inoltre i denti sono liberi dall’apparecchio nel momento in cui li laviamo e questo consente di poterli pulire più velocemente, mentre l’accuratezza dipende solo dalla bravura del paziente ad eseguire la procedura di igiene orale domiciliare mostratagli dal proprio dentista.  Se non abbiamo la necessità di eseguire un trattamento assolutamente invisibile e scegliamo gli allineatori trasparenti dobbiamo valutare attentamente i seguenti aspetti:avere la garanzia che il trattamento realmente si risolva con gli stessi tempi e risultati delle terapie con attacchi, o comunque, seppure dovesse richiedere più tempo, sempre con lo stesso risultato finale. chiedere la posizione ed il numero di attachments che dovranno essere realizzati sui propri denti, in quanto questo aumenta la visibilità dell’apparecchio. sapere che il risultato della terapia dipende dalla collaborazione del paziente ad indossare gli allineatori, che devono essere rimossi solo in corrispondenza dei pasti e indossati nuovamente subito dopo aver lavato i denti. richiedere un sistema che sia convalidato ed abbia il massimo dell’efficacia, come l’ Invisalign che oltre ad essere il primo sul mercato ha subito continue evoluzioni e perfezionamenti. Attualmente il materiale che tale sistema usa si chiama “SmartTrack” ed è estremamente elastico in modo da migliorare l’adattamento ai denti e consentire forze più costanti e prevedibili.Sono molto frequenti le imitazioni “artigianali” che non sono guidate da un software di precisione o che comunque hanno dei limiti rispetto al sistema originale Invisalign.Pertanto essendo già di base una terapia con la quale è più difficile raggiungere la perfezione è indispensabile affidarsi ad un sistema serio e convalidato.  Come possiamo avere la certezza di eseguire realmente un trattamento mediante allineatori trasparenti Invisalign? E’ molto facile avere la certezza di eseguire una terapia Invisalign in quanto sugli allineatori vi è la stampa sia del marchio che di alcuni codici che indicano l’arcata dentaria, il numero progressivo di allineatore ed il numero seriale identificativo del paziente. Ovviamente in zone non visibili una volta indossati.[caption id="attachment_14308" align="alignnone" width="830"] codice univoco di riconoscimento[/caption][caption id="attachment_14309" align="alignnone" width="830"] marchio di riconoscimento degli allineatori Invisalign[/caption]