Blog / Sbiancamento Denti / La sigaretta elettronica macchia i denti?
6 Aprile 2018

Molti per smettere di fumare fanno uso della sigaretta elettronica, ma quali sono i suoi effetti sulla salute orale? È vero che non macchia i denti?

Sbianca i denti in modo efficace

I danni del fumo sulla salute orale sono tanti, quello più visibile è sicuramente il progressivo ingiallimento dei denti.

Anche se questo difetto estetico è risolvibile con una pulizia ed uno sbiancamento dentale, tuttavia i risultati ottenuti non possono avere una lunga durata se si continua a fumare. Per ovviare a questo problema molti decidono di smettere di fumare ricorrendo alla sigaretta elettronica, ma è possibile affermare con assoluta certezza che questa non abbia effetti sulla colorazione dello smalto?

Perché le sigarette macchiano i denti

sigaretta elettronica e sbiancamento denti

sigaretta elettronica e sbiancamento denti

Le principali responsabili dei denti gialli sono le sostanze contenute nelle sigarette, come la nicotina e il catrame, inoltre nei fumatori è facile che si verifichi un incremento dei sedimenti di tartaro. La presenza di placca e tartaro sui denti rende la superficie dentale più ruvida favorendo l’adesione delle sostanza pigmentanti provenienti dalla combustione delle sigarette e portando i denti ad assumere una colorazione che tende al marrone.

Sigaretta elettronica e denti gialli

Molti per smettere di fumare o quantomeno limitare il consumo di sigarette decidono di passare alla sigaretta elettronica. Questo strumento, data l’assenza di catrame, riduce notevolmente gli effetti negativi del fumo sulla salute, compresi i denti gialli.

Per quanto riguarda la salute dei denti e l’ingiallimento dello smalto non è possibile affermare con assoluta certezza che non vi siano ripercussioni. Non esistono infatti, ricerche scientifiche e dati che possano convalidare senza ombra di dubbio l’ipotesi che la sigaretta elettronica non macchi i denti. Molti liquidi usati per la sigaretta elettronica infatti potrebbero nel tempo  ingiallire gli elementi dentari ma ancora non c’è nulla di dimostrato. Di certo l’ingiallimento dei denti è ad una valutazione clinica nettamente inferiore.

Senza contare che dopo un intervento chirurgico in pazienti fumatori, le complicanze legate all’accumulo di catrame possono dare origine a guarigioni molto difficili ed in caso di interventi complessi con utilizzo di bio materiali possono determinare il completo insuccesso di un intervento.

Certamente la soluzione più valida per chi non vuole correre rischi o ritornare ad avere denti bianchi è smettere di fumare e rivolgersi a un dentista per uno sbiancamento dei denti.

Come sbiancare i denti ingialliti dal fumo

Per far tornare i denti al loro colore originale, i fumatori devono sottoporsi prima ad una pulizia dei denti e all’ applicazione dell’ Airflow, un getto di acqua e polvere di bicarbonato che elimina le macchie di fumo sui denti, quindi si passa ad uno sbiancamento dentale professionale per cambiare il colore dei denti stessi. sfruttando i perossidi, in grado di ossidare i legami chimici delle sostanze responsabili della colorazione dei denti stessi.

In particolare si possono seguire due tipi di trattamenti:

  • alla poltrona, si effettua nello studio dentistico, richiede una breve durata e offre risultati apprezzabili già dopo una sola seduta,
  • domiciliare, si avvale di mascherine individuali in silicone preparate dal dentista da indossare nelle ore notturne, con risultati visibili dopo alcuni giorni.

Come mantenere i denti bianchi dopo lo sbiancamento

In condizioni normali lo sbiancamento professionale può durare fino ad un anno, ciò non vale per i fumatori che continuano a fare uso di sigarette anche dopo lo sbiancamento.

Chi fuma infatti dovrà fare i conti con i denti gialli molto prima. Senza contare di quanti altri danni il fumo può arrecare.

La sigaretta elettronica macchia i denti? ultima modifica: 2018-04-06T15:11:48+00:00 da

Autore:

Odontoiatra implantologo e parodontologo iscritto all’ordine il 23/06/1997, con N° TO 1968, membro di SIdP (Società Italiana di Parodontologia), ITI (International Team for Implantology) e SIO (Società Italiana di Implantologia Osteointegrata).
  1. 17 Luglio 2018

    Ho fatto un esperimento in merito alla pigmentazione dovuta allo svapo. Con liquidi contenenti nicotina ho svapato a lungo su un fazzoletto bianco di carta. Non ho riscontrato nessuna presenza di pigmentazione della carta.
    Certo non è un esperimento scientifico.

  2. 17 Luglio 2018

    La sigaretta elettronica riduce notevolmente gli effetti negativi del fumo sulla salute, compresi i denti gialli. 🙂

Scrivi un commento:

*

Your email address will not be published.

2018 © Copyright - Studio Cozzolino

   081.245 18 05

Shares
Studio Dentistico Cozzolino