Paura-di-perdere-faccette-dentali

Paura di perdere le faccette dentali

È evidente, oggi più che mai, che i pazienti richiedono le faccette dentali perché desiderano stare meglio con loro stessi, sentirsi più belli e appagati dall’aspetto fisico. Tutto il mondo delle protesi dentarie a uso estetico risponde a quest’esigenza, regalando alle persone il sorriso smagliante che desiderano. Una delle domande più frequenti che precedono la decisione di farsi applicare le faccette dentali riguarda la loro tenuta. Come evitare che le faccette dentali si stacchino o si consumino è la domanda alla quale cercheremo di dare risposta in questa pagina.

 

Perché si ricorre alle faccette dentali

I motivi per cui si ricorre alle faccette dentali per risolvere un problema estetico sono fondamentalmente attribuibili a tre cause:

 

1) un trauma che può aver spezzato un dente;

 

2) una condizione congenita (es. macchie sui denti, spazio tra gli incisivi, etc.);

 

3) l’usura dei denti nel tempo.

 

Se le prime due cause, cioè quelle traumatiche e quelle congenite, non sono controllabili né si possono prevedere o evitare, l’usura dei denti che porta al loro consumarsi è invece spesso legata ad una serie di cattive abitudini legate prevalentemente allo stress. Tali abitudini sono difficilissime ma non impossibili da eliminare. Basta avere la consapevolezza necessaria a perseguire la distensione ed il relax che servono a riacquisire presenza.

 

Perché i denti si consumano?

Solitamente avviene per cause naturali legate al tempo che passa. Certamente alcune persone presentano denti più resistenti ed altre meno ma col passare degli anni è naturale che l’estetica dei denti, intesa sia come colore che come forma, subisca mutamenti legati all’usura. In alcuni casi, però, l’usura non è causata dal tempo che passa ma da una serie di condizioni, prevalentemente nervose, legate allo stress ed alla tensione.

 

Digrignamento notturno

Il bruxismo può essere legato ai disturbi del sonno, avviene nella “fase 2” del sonno e riguarda la contrazione della muscolatura masticatoria. Tali contrazioni producono sfregamenti tra i denti che possono addirittura svegliare chi dorme nelle vicinanze. Il fenomeno è nervoso e, in alcuni casi, lo smalto si consuma al punto da esporre la dentina, favorendo ulteriormente l’usura dei denti.

 

Rosicchiarsi le unghie o mordicchiare le penne

Anche l’abitudine insistente di mangiarsi le unghie o mordicchiare la penna, a lungo andare, è deleteria per gli incisivi, i canini e i molari (oltre che chiaramente per le unghie e le penne!). Questi fenomeni sono chiaramente legati al nervosismo ed allo stress e possono essere tenuti sotto controllo con impegno, consapevolezza e forza di volontà.

 

Lavarsi i denti con eccessiva forza

A volte, l’eccesso di zelo produce effetti contrari a quel che ci si aspetterebbe. Lavarsi i denti con troppa forza può abradere lo smalto provocando danni gravi, non solo agli incisivi ma a tutti i denti, comprese le gengive che possono ritirarsi scoprendo i colletti dentali. Esistono su internet video che mostrano come lavarsi i denti correttamente, in ogni caso suggeriamo ai nostri pazienti di non avere fretta e di spazzolare i denti con calma e cognizione di causa.

 

Calma, serenità, pace, distensione, relax

In ogni caso, le faccette dentali vengono posizionate in modo da non correre il rischio che si stacchino a causa dei movimenti masticatori o di quelli legati allo stress. Sarà comunque buona norma, in genere, correggere le cattive abitudini che possono causare logoramento e usura dello smalto. Il relax e, in generale, tutto quanto aiuti in termini di distensione sono l’invito rivolto a tutti i pazienti che mostrano i comportamenti sopra citati a causa dello stress e della tensione, in presenza dei quali si può arrivare nel tempo a consumare lo smalto e perfino a perdere le faccette dentali.

 

Quanto durano le faccette dentali?

Se mantenute con attenzione, le faccette dentali possono durare anche più di 10 anni. La durata delle faccette in ceramica dipende dal tipo di materiale utilizzato, da come vengono posizionate, dalle abitudini del paziente e dall’attenzione che verrà messa nella loro cura e manutenzione, che avverrà seguendo i consigli forniti dall’odontoiatra. Un aspetto molto positivo delle faccette in ceramica è che con il passare del tempo non cambiano colore, non si scuriscono e non si macchiano; inoltre hanno un’elevata resistenza che ne rende molto difficile la rottura.

Paura di Perdere le Faccette Dentali ultima modifica: 2014-12-20T11:14:10+00:00 da Roberto Sorrentino