Blog / guide odontoiatriche / Denti da latte, 18 domande frequenti
domande sui denti da latte

I denti da latte cariati devono essere curati oppure no? A quanti anni spunta il primo dentino? Cosa fare se un dente da latte non cade? Quale dentifricio usare per i denti da latte?

Sono tante le domande dei neo genitori alle prese con la dentizione decidua dei loro bimbi.

 Visita di controllo per il tuo bambino?

Proviamo a dare qualche risposta e a fugare qualche dubbio sui denti da latte.

 

  • Che differenze ci sono tra i denti da latte e quelli permanenti?

Rispetto ai denti permanenti, quelli decidui sono più piccoli, hanno un colore più chiaro, sono di forma più arrotondata ed hanno una camera pulpare più ampia. La carie nei bambini raggiunge, pertanto, rapidamente la polpa.

 

  • Perché si chiamano denti da latte?

I denti decidui vengono comunemente chiamati denti da latte perché hanno una colorazione che ricorda molto quella del latte. 

 

  • Quanti sono?

I denti decidui sono 20:

  • 8 incisivi
  • 4 canini
  • 8 molari

 

  • Quando escono i primi dentini?

Non c’è un momento preciso in cui iniziano a spuntare i denti da latte, i tempi variano da bambino a bambino. In linea generale i dentini cominciano la loro eruzione intorno ai 6-8  mesi. I primi a spuntare sono gli incisivi anteriori inferiori e poi man mano tutti gli altri, seguendo orientativamente quest’ ordine:

 

Denti inferiori

  • incisivi centrali a 6 – 10 mesi
  • incisivi laterali a 10 – 16 mesi
  • canini a 17 – 23 mesi
  • primo molare a 14 – 18 mesi
  • secondo molare 23 – 31 mesi

 

Denti superiori

  • incisivo centrale a 8 – 12 mesi
  • incisivo laterale a 8 -13 mesi
  • canini a 16 – 22 mesi
  • primo molare a 13 -19 mesi
  • secondo molare a 25 – 33 mesi

 

  • Gengiva livida, può dipendere dall’eruzione dei denti decidui?

In alcuni casi l’eruzione dei denti da latte può essere molto fastidiosa e provocare un ematoma gengivale, che in genere tende a risolversi spontaneamente con l’ eruzione del dente stesso. Per facilitare l’eruzione del dente può essere utile dare al bambino dei massaggiatori gengivali, precedentemente refrigerati, comunemente venduti in farmacia o in alternativa la scorza di pane cotto a legna, sicuramente più gradita dai bambini.

Tuttavia se l’ematoma non si riassorbe nel giro di qualche settimana è consigliabile fare una visita dal pedodontista.

 

  • A che età cadono?

I primi dentini cominciano a dondolare e a cadere intorno ai 6 anni per far spazio alla dentizione permanente.

 

Denti superiori

  • incisivi centrali a 6 – 7 anni
  • incisivi laterali a 7 – 8 anni
  • canini a 10 – 12 anni
  • primo molare a 6- 9 anni
  • secondo molare a 10 – 12 anni

 

Denti inferiori

  • incisivi centrali a 6 – 7 anni
  • incisivi laterali a 7 – 8 anni
  • canini a 9 – 12 anni
  • primo molare a 6- 9 anni
  • secondo molare a 11 – 12 anni

 

  • Cosa fare quando i denti decidui non cadono?

Può capitare che i denti da latte rimangano in arcata per più tempo. Infatti, come dicevamo, l’età in cui spuntano e cadono i denti decidui è indicativa e cambia da bambino a bambino. In ogni caso, se si presenta una situazione simile, è consigliabile far fare una visita di controllo al piccolo per verificare la presenza del dente permanente nella gengiva.

 

  • Quando togliere i denti da latte?

In genere un dente deciduo viene estratto quando la carie è talmente estesa da non essere curabile o quando il bambino è vicino alla permuta. Ultima indicazione all’ estrazione si verifica quando il dentino  non cade da solo causando problemi alla dentatura permanente che non riesce a erompere correttamente.

 

  • L’estrazione del dente deciduo fa male?

L’estrazione dei denti da latte non è dolorosa quando il dentino è vicino alla permuta. In genere per questo tipo di intervento si utilizza la perfrigerazione, un getto di cloruro di etilene, con cui  si raffredda la zona interessata in modo da anestetizzarla e non far sentire dolore al piccolo paziente. Quando invece il dentino è lontano dalla permuta e le radici non sono riassorbite si ricorre all’ anestesia locale, come per le estrazioni dei denti permanenti.

 

  • Che succede se un dente da latte cade per un trauma?

Quando il dente viene perso totalmente non si fa nulla, in ogni caso è consigliabile portare il bambino a visita da un dentista il cui intervento sarà mirato a ridurre possibili complicazioni che possono interessare il dente definitivo.

 

  • Come si puliscono?

Anche per i denti da latte è importante una corretta igiene orale per evitare l’insorgere di problemi ai denti. Nel primo anno di età quando cominciano a spuntare i primi dentini è sufficiente utilizzare una garza di cotone umida sui denti e sulle gengive.

Dopo l’anno si può iniziare a utilizzare uno spazzolino specifico per bambini per una pulizia più accurata. Il dentifricio dovrà essere inserito successivamente, quando il piccolo avrà imparato a non ingoiarlo.

 

  • Quale dentifricio usare?

Un qualsiasi dentifricio specifico per bambini va bene. I dentifrici per bambini,infatti, sono diversi da quelli per adulti in quanto contengono una ridotta percentuale di fluoro.

 

  • Quando un dente da latte diventa nero?

I denti da latte possono diventare neri o più scuri per diversi motivi, primo fra tutti la carie. Un dente deciduo può cambiare colore anche come conseguenza di un trauma o assunzione di cibi pigmentanti. In ogni caso dopo una visita di controllo il dentista potrà determinare la causa dei denti neri.

 

  • Denti decidui cariati vanno curati?

I denti da latte cariati vanno assolutamente curati e non estratti. I denti cariati dei bambini vengono curati esattamente come quelli degli adulti.

È importante che i denti da latte rimangano in arcata per tutto il tempo necessario perché uno dei loro compiti è mantenere lo spazio per il dente permanente. Se lo spazio non viene mantenuto, c’è il rischio che i denti permanenti crescano storti.

Il rischio che si sviluppi la carie può essere ridotto facendo assume ai bambini una soluzione a base di fluoro dalla nascita fino ai 6-7 anni. In questo modo i denti saranno più resistenti agli acidi prodotti dal batterio responsabile della carie. Le modalità di somministrazione e il dosaggio devono essere definite dal dentista.

 

  • Un dente da latte può essere devitalizzato?

Se il processo carioso interessa anche la polpa dentale si procede con la devitalizzazione a meno che il dente non stia già dondolando e quindi si trovi prossimo alla caduta, in questo caso si preferisce l’estrazione.

 

  • Si può mettere l’apparecchio con i denti da latte?

Non c’è un tempo prestabilito per iniziare una terapia ortodontica. L’apparecchio può essere messo da piccoli così come in età adulta, tutto dipende dal difetto che bisogna correggere. Se il trattamento indicato è quello ortodontico, non ci sono controindicazioni a iniziarlo anche con i denti da latte. Come sempre ogni caso va valutato a sé e sarà il dentista a consigliare la strada da percorrere.

 

  • Dentini con macchie bianche da cosa dipendono?

Le macchie bianche sui denti sono dovute a un eccesso di fluoro. Oltre a un impatto estetico poco gradevole, questo tipo di macchie non creano particolari problemi. Spesso sono i pediatri a consigliare ai genitori l’assunzione di fluoro, tuttavia per evitare un sovradosaggio e la comparsa di macchie bianche è importante che sia un pedodontista a stabilire il dosaggio e i metodi di somministrazione.

 

  • I denti decidui hanno la radice?

C’è l’opinione diffusa che i denti da latte non hanno la radice perché al momento della caduta il dente deciduo ne è privo. Ciò succede perché il dente permanente spinge “consumando” la radice del dente da latte.

 

Denti da latte, 18 domande frequenti ultima modifica: 2017-07-26T12:53:27+00:00 da
Scrivi un commento:

*

Your email address will not be published.

2014 © Copyright - Studio Cozzolino - Powered by NoCodeService.it

   081.245 18 05