Negli ultimi tempi stanno girando in rete notizie che mettono in guardia circa la pericolosità dei denti devitalizzati. Quali sarebbero i pericoli legati a un dente devitalizzato? Perché un paziente con un dente devitalizzato che non ha problemi dovrebbe chiederne l’estrazione e la sostituzione con un impianto dentale? [slogan button_text="scopri di più" link="https://www.studiodentisticocozzolino.it/endodonzia/" button_icon="" button_icon_color="" button_icon_placement="left"] Come si devitalizza un dente? [/slogan] Secondo queste teorie un paziente con uno o più denti devitalizzati sarebbe a rischio di sviluppare patologie croniche e degenerative molto gravi come: Artrite Malattie renali Malattie cardiache Tumori Malattie neurologiche Perché il dente devitalizzato sarebbe pericoloso Semplificando quello che si legge sul web, essendo morti, i denti devitalizzati diventano incubatoi di batteri tossici che possono entrare nel circolo sanguigno causando gravi malattie anche dopo diversi anni dalla cura canalare. I batteri orali innocui rimangono nascosti all’interno dei tubuli del dente devitalizzato ed essendo isolati dalla guttaperca sono inattaccabili da antibiotici e difese immunitarie. Dopo un certo periodo senza ossigeno e sostanze nutrienti, questi batteri si trasformano in anaerobi capaci di produrre diversi tipi di tossine estremamente pericolose per l’organismo. L’infezione batterica si concentra soprattutto intorno all’apice e al legamento parodontale, ma può estendersi anche nella mandibola dove crea delle aree di tessuto necrotico. Se il sistema immunitario rimane forte riesce ad arginare l’infezione distruggendo tutti i batteri che si allontanano dal dente, in caso contrario gli agenti patogeni entrano nel flusso sanguigno e  vengono trasportati in altre aree del corpo dove si insediano provocando malattie. In base a questa teoria tutti i denti devitalizzati sarebbero piccole bombe a orologeria pronte a esplodere non appena il nostro sistema immunitario si indebolisse a causa di una malattia o di un trauma. Quindi è fortemente consigliato farsi estrarre i denti devitalizzati per non correre rischi e sostituirli con protesi o impianti dentali. Cosa c’è di vero in queste teorie? Le ipotesi secondo cui i denti devitalizzati sarebbero addirittura la causa di alcuni tumori non hanno nessun fondamento scientifico. Consultando le pubblicazioni scientifiche a livello mondiale che trattano l’argomento endodonzia infatti non c’è nessuno studio a supporto di tali teorie. Quando va estratto un dente devitalizzato? Fondamentalmente mai o meglio, un dente devitalizzato va estratto solo quando gravemente danneggiato, proprio come succede con i denti non devitalizzati. Se un dente è recuperabile eseguire un’estrazione solo perchè è devitalizzato è assolutamente sbagliato oltre che una violazione del codice deontologico. Come difendersi dalle bufale Purtroppo quello delle bufale on line è un fenomeno che sembra non avere confini. Quando notizie non veritiere riguardano il campo odontoiatrico, o medico in generale, le conseguenze possono diventare pericolose perché possono spingere alcuni pazienti a prendere decisioni che vanno contro la propria salute. Il consiglio in questo caso è cercare conferma delle informazioni recepite nel web consultando siti autorevoli come quello della Società Italiana di Endodonzia o di consultare la libreria mondiale della medicina PubMed.