L'ascesso dentale è un'infezione del cavo orale che si genera per la presenza di cellule morte, o di batteri  a seguito di una carie o di una problematica parodontale. Il dentista che si occupa di curare la patologia può contestualmente prescrivere antibiotici per contrastare l'infezione e ridurre il dolore provocato dalla stessa.[slogan button_text="scoprilo" link="https://www.studiodentisticocozzolino.it/endodonzia/" button_icon="" button_icon_color="" button_icon_placement="left"] Come si cura un ascesso dentale? [/slogan]Uno dei medicinali più comunemente prescritti è l'amoxicillina (tipo Zimox o Velamox) , un antibiotico a base di amoxicillina adatto per adulti, bambini e donne in fase di allattamento.l'Amoxicillina si prende per bocca indifferentemente a stomaco vuoto oppure dopo aver mangiato.Nausea, vomito e diarrea sono tra gli effetti collaterali più comuni riscontrati nel trattamento con amoxicillina. Assumerla può provocare reazioni cutanee non necessariamente collegate ad allergia verso le pennicilline.Il secondo antibiotico più utilizzato in caso di ascesso dentale è l'Augmentin, che all'azione dell'amoxicillina somma quella dell'acido clavulanico. L'unione delle due sostanze è particolarmente efficace per le resistenze batteriche più difficili da contrastare, ragion per cui l'augmentin viene prescritto in caso lo Zimox non risulti essere sufficiente. Antibiotico senza prescrizione medica Spesso i pazienti, specie in una situazione di dolore acuto tendono ad affidarsi al fai da te e prendere antibiotici arbitrariamente senza farsi visitare e senza ricetta solo perché consigliati su internet. Questa pratica può essere dannosa, intanto perché l'antibiotico inadatto può non sortire gli effetti desiderati e dunque far permanere il dolore, poi perché un dosaggio errato può allo stesso modo rendere inutile il farmaco o peggio renderlo dannoso per l'organismo, producendo effetti collaterali talvolta gravi. Senza contare che ogni volta che assumiamo un antibiotico si instaura un antibiotico resistenza, per cui con il tempo diventa inefficace. In questi casi per saggiare la sensibilità di un batterio a uno o più antibiotici si può eseguire un antibiogramma.Se ti stai domandando per quanti giorni assumere antibiotici, tieni intanto presente che una volta iniziato a prenderli non è mai opportuno interrompere per almeno due buoni motivi, il primo è che si rischia di vanificare la terapia e non debellare tutti i batteri, il secondo è che interrompendo troppo presto la cura i batteri sopravvissuti potrebbero generare difese verso gli antibiotici stessi (resistenza antibiotica). Quando si usano gli antibiotici in odontoiatria Al di là dell'ascesso dentale, gli antibiotici vengono prescritti anche a scopo preventivo come profilassi pre o post operatoria, interessando dunque l'intera branca della chirurgia orale. Un caso particolare di profilassi antibiotica in odontoiatria riguarda i pazienti cardiopatici, quelli con difetti cardiaci congeniti e i portatori di valvole artificiali. In questi casi il dentista prescrive una terapia antibiotica per prevenire l'endocardite batterica che può manifestarsi anche a seguito di una semplice ablazione del tartaro.[slogan button_text="Scopri di più" link="https://www.studiodentisticocozzolino.it/ascesso-dentale-cause-e-rimedi/" button_icon="" button_icon_color="" button_icon_placement="left"] Sai cos'è un ascesso dentale? [/slogan]La scelta di un antibiotico piuttosto che un altro dipende principalmente dal tipo di batterio che ha causato l'infezione, dalla gravità della stessa, dalla presenza di altre patologie o allergie nel paziente e da un eventuale stato di gravidanza. Antibiotico o anti infiammatorio? Una delle emergenze più comuni in caso di ascesso dentale è il gonfiore alla guancia che in gergo colloquiale i dentisti definiscono "ascesso alla Totò". Questo tipo di gonfiore può presentarsi tanto in caso di carie (ascesso endodontico)  quanto per problemi parodontali (ascesso parodontale) o durante l'eruzione dei denti del giudizio (pericoronarite in caso di disodontiasi)Può non aver senso prendere antibiotici in caso della fisiologica fuoriuscita dei denti del giudizio a meno che contestualmente non si sviluppi un'infezione, altrimenti sarà sufficiente un comune anti infiammatorio per ridurre il gonfiore e tenere sotto controllo il dolore. In ogni caso prima di assumere farmaci è sempre meglio consultare il proprio dentista che valuterà l'effettiva presenza o meno di un'infezione e l'eventuale necessità di un'estrazione. Gli antibiotici naturali sono efficaci? Se c'è da curare un'infezione batterica del cavo orale un rimedio naturale può non essere efficace come un farmaco e per altro non esistono evidenze scientifiche a supporto dell'utilizzo di rimedi omeopatici per curare le infezioni. Esistono tuttavia trattamenti naturali che possono giocare un ruolo importante nel contrastare lo svilupparsi di un'infezione del cavo orale.Suggeriamo ad esempio l'utilizzo del ghiaccio per sfiammare la bocca e diminuire il gonfiore, gli sciacqui con infuso di chiodi di garofano per la loro funzione anestetizzante utile ad alleviare il dolore, l'argilla verde ventilata, con proprietà battericida e purificante, gli oli essenziali, il gel di aloe vera, la propoli e l'echinacea che fortificano l'organismo agendo naturalmente sul sistema immunitario. Bibliografia Systemic antibiotics for symptomatic apical periodontitis and acute apical abscess in adults.Cope AL, Francis N, Wood F, Chestnutt IG.Cochrane Database Syst Rev. 2018 Sep 27;9:CD010136. doi: 10.1002/14651858.CD010136.pub3. Review.PMID: 30259968Antibiotics in Endodontics: a review.Segura-Egea JJ, Gould K, Şen BH, Jonasson P, Cotti E, Mazzoni A, Sunay H, Tjäderhane L, Dummer PMH.Int Endod J. 2017 Dec;50(12):1169-1184. doi: 10.1111/iej.12741. Epub 2017 Jan 16. Review.PMID: 28005295 European Society of Endodontology position statement: the use of antibiotics in endodontics.Segura-Egea JJ, Gould K, Şen BH, Jonasson P, Cotti E, Mazzoni A, Sunay H, Tjäderhane L, Dummer PMH.Int Endod J. 2018 Jan;51(1):20-25. doi: 10.1111/iej.12781. Epub 2017 Jun 14. Review.PMID: 28436043