ansia e imbarazzo

ansia e imbarazzo

All’ultima visita dal dentista hai scoperto di dover usare un apparecchio per i denti, ma sei preoccupato perché l’idea dell’apparecchio ti causa imbarazzo, ansia quando non proprio paura? Non temere, esistono soluzioni alternative all’apparecchio fisso tradizionale, in grado di risolvere anche problematiche più serie di disallineamento, per intenderci, quelle che le mascherine invisibili non riescono a mettere a posto dal momento che agiscono solo sulla parte alta della corona dentale e non a livello della radice.

Non temere! Oggi esiste l’apparecchio fisso per l’ortodonzia invisibile che è comodo come l’apparecchio trasparente ma migliore di quest’ultimo, perché come è stato dimostrato, riallinea meglio i denti e in più non ti accorgi di averlo. Se quindi devi portare l’apparecchio per i denti ma non sai quale scegliere, ti suggeriamo di valutare l’ortodonzia linguale invisibile senza attacchi.

Allineamento denti e salute generale

Una dentatura perfettamente allineata non è soltanto una condizione più bella ed estetica, che contribuisce all’incremento del benessere psicologico e dell’autostima, ma anche uno stato che contribuisce al corretto mantenimento della salute dento parodontale. È ormai noto, infatti, che i denti disallineati non si riescono a pulire correttamente e l’accumulo di placca e tartaro che ne consegue, determina perdita di osso intorno ai denti ed insorgenza della malattia parodontale fino alla perdita dei denti.

Talvolta i contatti dentari anomali dovuti alla malocclusione favoriscono l’insorgenza di parafunzioni, tipo il bruxismo, che contribuiscono ad indebolire il supporto dento parodontale, mediante usura dentaria e aumento della mobilità.

Studi scientifici hanno dimostrato inoltre che il tartaro non crea soltanto danni a livello locale ma anche sistemico. Questo perché i batteri presenti nel tartaro tramite la circolazione ematica passano in circolo e l’aumento della batteriemia che ne consegue aumenta l’indurimento delle arterie ed il rischio di infarto ed ictus. Un corretto allineamento dentario migliora anche la masticazione, primo ed importante fattore che consente una buona digestione. Da quanto esposto è chiaro che la terapia ortodontica gioca un ruolo fondamentale non solo per lo stato di salute dento parodontale ma anche per la salute generale del nostro organismo.

Ansia e imbarazzo, nemici dell’apparecchio

Tuttavia sono molti i pazienti che rifiutano l’apparecchio fisso per i denti e per diversi fattori. Innanzitutto l’imbarazzo estetico causato da un apparecchio per i denti visibile, da molti considerato inaccettabile. Inoltre molti pazienti hanno paura di sentire dolori e fastidi e alla lingua ed alle mucose e di avere alterazioni del linguaggio. La vergogna provata dai pazienti, in relazione alla presenza di un apparecchio fisso visibile con attacchi vestibolari, è legata anche alla possibilità che, durante i pasti, si accumuli cibo nei sottosquadri tra esso e i denti. Queste sono le principali cause che generano ansia e dissuadono i pazienti dal curarsi.

Tutte queste problematiche sono superate e risolte dall’ortodonzia linguale fissa senza attacchi. Questo apparecchio fisso, ad oggi il più sottile ed invisibile che esista, offre ai pazienti la possibilità di allineare i propri denti mediante un metodo che oltre a non essere visibile è anche perfettamente tollerato da lingua e mucose, non provoca alterazioni fonetiche ed imbarazzanti accumuli di cibo tra l’apparecchio e i denti. A differenza degli attacchi linguali, anch’essi invisibili perché attaccati sulla superficie interna dei denti, lo spessore è talmente ridotto che spesso il paziente dimentica di avere un apparecchio fisso. La terapia si esegue utilizzando dei fili spessi poco più di 1 mm direttamente attaccati alla superfice linguale dei denti, eliminando pertanto lo spessore degli attacchi (brackets). Gli adesivi adoperati non rovinano la superfice del dente che al termine della terapia mantiene le sue caratteristiche iniziali.

Dato il crescente interesse verso questo tipo di terapia la dottoressa Anna Mariniello ed il dottor Fabio Cozzolino hanno scritto un libro pubblicato da una delle più prestigiose case editrici nel settore dell’Odontoiatria (Quintessenza edizioni), con l’obiettivo di illustrare questa nuova terapia invisibile per la risoluzione di tutte le malocclusioni.

E’ prevista l’uscita del libro in lingua Inglese per Ottobre 2014 e successivamente in più lingue. Grazie a questa terapia innovativa si dà la possibilità di poter eseguire un allineamento dentario e la risoluzione di tutti i tipi di malocclusione a tutti i pazienti, anche a quelli più attenti all’estetica ed ansiosi, migliorando il loro stato di salute non solo dentaria ma anche generale.

book_ita

ATLANTE DI ORTODONZIA LINGUALE SENZA ATTACCHI
Anna Mariniello – Fabio Cozzolino
Editor: Quintessenza Edizioni

L’ortodonzia linguale senza attacchi nasce dall’esigenza di trattare recidive di malposizioni dentarie anteriori, evitando di sottoporre nuovamente il paziente ad una terapia multibracket. In uno scenario caratterizzato da una maggiore richiesta di trattamento da parte dei pazienti adulti e dall’esigenza di eseguire terapie invisibili, il suo campo si è successivamente ampliato a malocclusioni sempre più complesse. Lo scopo di questo atlante è di illustrare questa nuova modalità terapeutica. Nei vari capitoli viene presentata la tecnica, attraverso i materiali utilizzati e la procedura clinica di modellazione dei dispositivi, di adesione alle superfici dentarie e dei successivi controlli della stessa.

E’ quindi analizzata la modellazione, l’attivazione ed il bondaggio del dispositivo per poter controllare specifici movimenti dentari. In particolare vengono analizzati gli spostamenti sul piano orizzontale e verticale, il controllo del tip, del torque, le derotazioni e il movimento radicolare. Il trattamento dei diversi casi clinici illustrati è di complessità via via crescente, partendo dalle malocclusioni di I Classe fino ad arrivare alle correzioni del rapporto di classe. Per i casi estrattivi viene anche illustrata la gestione dei provvisori utilizzati. Sono inoltre illustrate alcune modalità per ottenere rigenerazione ossea mediante movimenti ortodontici.

Clicca qui per maggiori info o per ordinare il libro

Ansia e imbarazzo legate all’apparecchio fisso per i denti. Come fare? ultima modifica: 2014-12-06T11:26:39+00:00 da Anna Mariniello